…le parole che non ti ho detto…te le dico a modo mio…

Quante volte vi hanno chiesto “come stai?” e dopo un nano secondo erano già impegnati a fare altro senza neanche prestare attenzione alla vostra risposta?

Un po’ tutti mi sa. Allora oggi non parlo. scrivo, e voi insensibili leggete…

Caro marito, figlio, fratello, compagno, sorella, padre, madre, amica o amico, se ti dico che sto bene rifletti prima di cominciare il monologo sulla tua vita, perchè dietro quel  “sto bene” potrebbe esserci un altruistico modo per evitarti uno spiacevole ritorno alla realtà, non la mia ma la tua.

Perchè molte volte sono stanca di dover dire che non và, che sono a pezzi, non perchè ho ballato tutta la notte, ma perchè il mio corpo non ne vuole proprio sapere di rispondere alla mia mente.

Perchè mi sento depressa e vedere certe espressioni facciali mi deprime ancora di più. Perchè vorrei non dover parlare, ma essere capita, anche solo da un espressione o da un silenzio prolungato.

Basterebbe così poco a volte , un gesto, un abbraccio, una carezza, un sorriso …ed io si potrei stare bene…quel bene dell’anima che sicuramente vale più di tutte quelle medicine che avvelenano il corpo, basterebbe così poco per sentire meno il peso di ogni cosa.

Non abbiamo scelto questa vita, e lei che ha scelto noi, ma se a tutto ciò ci aggiungiamo l’indifferenza tutto diventa un brutto scherzo del destino., quindi smettila di chiedermi come sto, perchè potrei anche dirti che sto male ed allora sarebbero cavoli tuoi.

Invece perchè non riesci a capire i silenzi, e il ritmo rallentato, l’umore impazzito..no non devi arrovellarti il cervello, pensa semplicemente che è la mia giornata no, che ho esaurito i cucchiai (teoria del cucchiaio web) che magari mi pesa non poter fare certe cose, e allora falle tu…regalami una pausa sorriso, una mano per non cadere, una carezza per dimostrare che hai capito, e non chiedermi di uscire quando solo respirare diventa un peso enorme, magari un cinese sul divano e un film insieme potrebbe essere una soluzione. Un amico che resta con te e ti racconta come sia bello il mondo senza farti pesare che quel mondo tu non l’hai potuto vedere.

Noi non vogliamo capire ma essere capiti, perchè credetemi della vita abbiamo già capito tutto se no non staremmo qui a farci forza per sopravvivere.

Guerriere non si nasce lo si diventa ora è il caso che questo esercito capisca come si combatte veramente, se no  credetemi, la battaglia ce la facciamo da sole a costo di dover dire …mi dispiace…patty5

indifferenza-244756.660x368

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...