…volevo fare l’avvocato ma farò il pompiere…

Quando siamo piccini e ci chiedono cosa vorresti fare da grande, il  nostro pensiero viaggia o sugli esempi che abbiamo in casa o su personaggi che vediamo compiere azioni che in quel momento ci sembrano immensamente belle e utili.

Il pompiere, il poliziotto, il medico, l’avvocato, il veterinario o addirittura lo scienziato.

Ora tra queste nobili e ambite professioni purtroppo non sempre vengono rispettati tutti i criteri ai quali dovrebbero fare fede tali professioni, perchè purtroppo sentiamo di poliziotti maneschi e corrotti, medici venduti e incapaci, veterinari poco altruisti ma molto dediti alle parcelle e alle operazioni inutili e costose, forse si salvano i pompieri che almeno il loro lavoro lo fanno, rischiando pure la vita se necessario. Degli avvocati, purtroppo, per il contesto dell’attuale giustizia italiana, ho molti dubbi in riguardo.

La cronaca recente mi porta a pensare che con il mio carattere empatico non potrei mai fare tale mestiere, mai potrei difendere un’assassino sapendolo tale, nascondere e mascherare le prove, accettare sentenze ingiuste, soprattutto io che un figlio ce l’ho.

Ora esistono anche tanti altri mestieri che qualcuno deve pur fare se no la ruota smetterebbe di girare, ma la giustizia che dovrebbe essere uguale per tutti dov’è?

Gente in carcere, senza aver commesso il fatto, per 17 anni, anni rubati, risarciti si ma rubati , e gente che uccide per gioco, omette il soccorso, nega, maschera, ride e si beffa del mondo, libera in giro come se nulla fosse e questo perchè  non è vero che la legge è uguale per tutti.

3 anni per bancarotta, o per non aver pagato le tasse, 3 anni per aver partecipato ad un omicidio e non aver prestato soccorso, per aver permesso che una giovane vita si spegnesse pur di non rischiare la propria onorabilità. secondo voi esiste un equità in tutto questo? Dolore amarezza rabbia e anche paura, perchè ti fa pensare che se non sei nessuno e per caso sbagli tutti hanno diritto di caricare su di te le pene che non  scontano gli altri.

Quattordici anni di carcere che con i vari sconti si ridurranno notevolmente contro 20 anni di una vita tutta da vivere. NO IO NON AVREI MAI POTUTO FARE L’AVVOCATO.

Lascio questo compito a chi riesce a dormire la notte nonostante  tutto a chi ha la capacità di scindere le cose a chi ha una fortezza attorno al cuore. Farò il pompiere e salverò i gattini sugli alberi, le vecchiette imprigionate in casa, le persone in difficoltà, spegnerò gli incendi, e aiuterò i terremotati e dormirò la notte stanca ma con l’anima leggera o semplicemente farò quello che so fare  per poter dire che secondo me:” la legge non è uguale per tutti”. Purtroppo. patty 5  (Marco r.i.p)

la legge

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...