…la stagione degli amori …e degli odori…

Ah…. la primavera, tanto decantata dai poeti, magica unione di luce e colori, gli uccellini cantano, i peschi sono in fiore, le giornate lunghe e tiepide il vociare dei bambini nei prati di candide margherite.

“E’ dolce primavera”  recita Virgilio “e accende ogni suo germe…”  ecco appunto…  tutto questo quadro soave e magico , presenta come  ogni anno  anche il lato dolente, il  rovescio della medaglia, il ritorno dell’ indesiderata “ASCELLA PEZZATA”.

Amabile saponetta cubica delle nonne, il sapone di marsiglia, che alleggeriva l’olezzo dei contadini dopo aver sudato e faticato nei campi al termine di una giornata di lavoro, e che ora, tale olezzo, abbiamo il piacere di sentire alle 7 di mattina sui bus di linea.  L’invenzione magica dei deodoranti 7/14/21/28 ore e addirittura 7 giorni su 7 pare che ancora non sia entrata nel circuito chiuso di alcune persone, e che dire della miscela dell’amato sudore con il deodorante spray , un vero e proprio pro-batterico perchè di anti non ha nulla.

Ora al di là del fatto che eliminerei le barre alte dei bus, così da evitare svenimenti e profusione di feromoni,  che contrariamente a ciò che qualcuno afferma, nulla hanno di eccitante e stimolante, se subiti a forte mandata da sconosciuti, inserirei invece il reato di disturbo olfattivo altrui.

E che dire delle fashion ,unghie laccate e trucco impeccabile, vestiti top e profumo di marca che non serve a coprire il fetore stagno ma rende il tutto peggio di un campo appena concimato a sterco di cavallo.

Lo so sono tremenda ma non ce la posso fare, chiedo a nome di tutta la popolazione un corso da inserire tra le materie scolastiche di “annusati le ascelle prima di uscire” e una seduta dall’otorinolaringoiatra per controllare le normali funzioni olfattive, un po’ come i vaccini obbligatori insomma.

Questo eviterebbe alla Sanità pubblica di doversi occupare di svenimenti improvvisi e spargimento di batteri nocivi alla salute (mentale) di chi è costretto a sopportare.

Dolce primavera caro Virgilio forse ai tuoi tempi, ora mi sa che di dolce c’e rimasta solo l’illusione , quella che finalmente si scopra l’uso del sapone.patty5blog-sudare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...