…e cosi’ facile prendersela con Dio…quando è l’uomo che fa la differenza…

Non ho voluto commentare, discutere, urlare, indignarmi in tutti questi giorni di lutto e dolore, non ho voluto scrivere frasi scontate e postare immagini che girano a catena speculando sul dolore, non ho voluto dire nulla per rispetto al dolore di chi ha vissuto sulla propria pelle, la perdita di una persona cara, ma oggi non riesco proprio a stare zitta.

Dopo aver letto frasi assurde alla ricerca dei colpevoli, mi sono ritrovata a leggere frasi deplorevoli e offensive sull’esistenza di un Dio che se fosse buono e se realmente esistesse non dovrebbe permettere tutto ciò. E qui mi chiedo che tipo di fede ha l’essere umano, una fede a peso e misura a comodo e comando a bello e brutto o addirittura la fede dell’ultimo secondo dove la paura di andare all’inferno cancella anni di bestemmie gratuite.

Ora se si avesse un minimo di conoscenza della vera fede dovreste tornare indietro di ben 2000 anni e chiedervi chi ha messo su quella croce colui che ha cercato di trasmettere la pace e la salvezza, colui che è morto carico dei nostri peccati terreni in nome di una pace eterna non su questa terra dove migliaia di anni prima lo stesso uomo ha scelto il libero arbitrio e quindi ha barattato con una mela il bene con il male.

La terra questa nostra terra è dominata dal male, non è DIO ad aver fatto crollare il ponte, la l’avidità dell’uomo dedito ai propri interessi e speculazioni troppo importanti per pensare che, sarebbe bastato non sprecare in futili e personali vizi arricchendo se stessi , ciò che invece sarebbe stato utile investire per risparmiarci un dolore così grande.

Tutto è sempre colpa di Dio perchè è più facile prendersela con chi esiste solo come capo  espiatorio di una colpa che abbiamo noi esseri umani che non sappiamo gestire questo mondo in cui ci troviamo a vivere. Meno male che lui sta lassù e spero vivamente che ci resti, affinchè almeno ci rimanga la speranza che alla fine di questa follia terrena, esista un paradiso incontaminato.

Ricordate che lui il paradiso ce l’aveva dato siamo noi ad aver scelto l’inferno, quindi non sopporto l’ipocrisia, la bestemmia, la fede a comando, le false idolatrie, i commenti senza conoscenza e la mancanza di rispetto per chi ha perso momentaneamente una persona cara.

Cominciamo invece a pensare a chi ricco delle proprie avidità, che non gli daranno certamente un prive’ con tanto di champagne di marca nell’ aldilà, se ne sta beatamente in stato di grazia senza disturbare la propria anima, unica cosa di cui invece dovrebbero preoccuparsi poichè solo essa un giorno dovrà rendere conto di ciò che ha fatto o non fatto durante la sua permanenza orizzontale. Cenere siamo e cenere ritorneremo, e anche se avvolti da un abito firmato di fronte alla morte siamo tutti nudi e fragili come un soffione al vento.

Resto comunque nella convinzione che un anima pura vola leggera come una lampada cinese illuminata nella notte verso l’infinito, un anima tormentata avrà da fare parecchi scali per poter recuperare quella leggerezza dell’essere che non ha mai voluto ascoltare.

Detto questo, e quindi il mio pensiero, assumiamoci le responsabilità e lasciamo in pace Dio che abbiamo già messo in croce e che già porta il peso enorme dei  nostri peccati senza lamentarsi come invece facciamo noi….patty5

istock-525120063

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...