LA PAURA E IL CONDIZIONAMENTO MENTALE…GLI EFFETTI NEGATIVI IN PATOLOGIE AUTOIMMUNI E NON SOLO…

 

L’essere umano è stato creato, oltre che del corpo, di una mente e in una parte di questa si trova posizionata una ghiandola che regola le emozioni. Questa piccola ghiandola chiamata amigdala è un elemento fondamentale poiché impedisce al corpo di essere un automa privo di sentimenti e sensazioni. A nulla servirebbero i 5 sensi se con ognuno di esso non potessimo provare stimoli come il freddo il caldo e ciò che ci provoca, l’odore di un fiore e i ricordi che suscita, un rumore che evoca gioia o spavento, il tatto delicato di una carezza che stimola una vibrazione, o il guardare il tramonto e sentire un senso di pace.

Tutto questo viene generato dalle emozioni belle o brutte che esse siano, ed è qui che in questo brutto periodo si concentrano tutte le nostre ansie, annebbiando tutte le sensazioni positive e mandando stimoli negativi che influiscono inevitabilmente sul nostro corpo.

In questo periodo di quarantena sono state scoperte altre forme di emozioni umane magari sopite dalla quotidianità e accantonate in angoli nascosti, ma resta il fatto che alla base di queste distrazioni quotidiane, dal cucinare, al cucire, al leggere, al guardare un bel film rimane un sintomo primario che attira in ogni momento la nostra attenzione ed è il sintomo più devastante LA PAURA.

La paura come elemento dominante è devastante al pari di un attacco a sorpresa dal quale se ne esce sconfitti per mancanza di armi di difesa. La paura genera ansia, l’ansia scatena il cortisolo, il cortisolo si riversa nel sistema immunitario il quale a sua volta potrebbe scatenare reazioni alle patologie autoimmuni.

Come superare l’ostacolo paura? Difficile e molto personale ma non impossibile. Innanzitutto bisogna lavorare su noi stessi e sui segnali che il nostro corpo ci manda conoscendo la nostra situazione e la nostra patologia, evitare di lasciarci condizionare da ogni notizia negativa, da voli mentali nefasti e da previsioni negative. Il rischio per gli autoimmuni è pari al rischio di un soggetto sano anzi forse (in base alle nuove disposizioni di cura Covid) ancora meno se si sta assumendo immunosoppressore o idrossiclorochina poiché questi farmaci fanno parte della terapia domiciliare

Questo non vuol dire che non ci dobbiamo pensare e dobbiamo abbassare la guardia,ma semplicemente che non deve diventare il nostro incubo quotidiano o il motivo per scatenare sintomi che normalmente non abbiamo o che in condizioni normali, riusciamo a gestire con la positività

Il pensare costantemente che non vogliamo prendere il virus, agisce secondo la legge d’attrazione esattamente al contrario, questo non vuol dire che prenderete il virus ma certamente non vi aiuta a vivere serenamente e ad affrontare questi giorni difficili per tutti, molto più difficili  per gli autoimmuni, che non possono contare neanche sui punti di riferimento (i medici) che comunque fanno da barriera protettiva per le emozioni. Il sapere di poter contare in un medico nel momento del bisogno fa sì che non ce ne sia bisogno.

Oggi questa certezza ci è negata, e questo è ulteriormente motivo di ansia e paura. La lingua va dove il dente duole…quindi la paura va dove trova il vostro punto debole e in questo caso sul nostro sistema immunitario scatenando reazioni che in condizioni normali non verrebbero fuori.

E ‘la paura il nemico non il virus. Al virus bastano le mascherine, i disinfettanti, la distanza sociale…alla paura serve una bella dose di ottimismo e di forza di volontà per sconfiggerla e rendervi più combattivi e forti.

Se avete problemi contattate il medico di base e il reumatologo che vi segue, evitate se potete di andare in ospedale se le visite sono solo di controllo si possono rimandare o fare esami in centri convenzionati sicuri e inviarle via email al reumatologo se si necessita di un cambio terapia, non sospendete le terapie se non sotto indicazione medica, non assumete farmaci su consiglio che non sia del proprio terapeuta.

State il più possibile serene, uscite per fare la spesa senza timore e con le dovute precauzioni, sorridete, amatevi e ricordate che le nostre battaglie sono molto più impegnative di un virus, le nostre battaglie sono costanti, limitanti e per tutta la vita e se non ci ammazzano quelle non ci ammazza un virus arrivato da chissà dove con quali pretese,

Positività, amore, voglia di vivere, resilienza e un rossetto rosso Chanel n. 22 un abbraccio a tutti (virtuale si intende) PATTY5

ansia_coronavirus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...