Le moderatrici gruppi fb…quelle che pensano di dirigere una multinazionale…la notorietà farlocca.

Con l’avvento della tecnologia molte persone hanno finalmente trovato il modo per aprirsi una vetrina di notorietà appropriandosi di ruoli che una volta erano riservati a persone, non dico tanto, ma minimamente acculturate o per lo meno dotate di un carisma o un’empatia particolarmente spiccata tale da portare con merito il tanto decantato titolo. Sto parlando dei moderatori di gruppi nati nell’ultimo decennio sui social.

Queste persone, non tutte e tendo a specificare giusto per, prendono questo ruolo come se all’improvviso fossero diventate elementi indispensabili per l’umanità, approfittando del loro ruolo per fare il bello e il cattivo tempo a secondo dei loro movimenti ormonali giornalieri. Pochezza dell’essere allo stato puro, ma non è questo che mi turba, ciò che trovo estremamente inaccettabile è che di fronte ai confronti o ad opinioni che possono in qualche modo ledere il loro ego smisurato esse non reggono un confronto e si rifugiano dietro un tasto chiamato blocca. Siamo purtroppo circondati da influencer che non sanno neanche pronunciare il loro stesso nome, e da amministratori ai quali non farei manco fare le pulizie di condominio, figurati affidargli le anime altrui, poi ci sono i moderatori che si attribuiscono indebitamente il potere di premere un pulsante il famoso già nominato “blocca” e che l’unica cosa che dovrebbero bloccare sono i neuroni vaganti del loro cervello vuoto.

Moderatore ovvero moderare ogni discussione o dibattito non pertinente alle finalità del gruppo, moderatore colui che fa da riferimento e fa da sostegno a colui che ha creato un gruppo. Gruppo unità di persone che si confrontano e si appoggiano per avere sostegno soprattutto nei gruppi di malattia.

Cosa non è chiaro. FORSE SI DOVREBBE CAPIRE CHE IO SONO IO E NON SONO DIO. Ma queste persone non hanno controllo sul loro delirio di onnipotenza. E la cosa più eclatante è che si credono importanti quando sono impotenti di fronte alla loro ignoranza-

Belli i tempi dei gruppi di famiglia, delle riunioni in cortile, delle sedie da cortile, belli i tempi del diamoci una mano perché in fondo nessuno è immune alle difficoltà della vita. Oggi per sentirsi famosi basta fare l’amministratore o il moderatore e sentirsi “3 metri sopra il cielo” che manco Moccia poteva immaginare che un titolo così avrebbe potuto dare il brivido della notorietà alla moderatrice senz’anima. Patty5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...